ASSOCIAZIONE LETIZIA

Facciamo qualcosa in prima persona affinché ognuno possa trovare un luogo in cui stare, fare, pensare, progettare, costruire e realizzare progetti.

continua


I NOSTRI SERVIZI

Statuto dell’Associazione

Articolo 1

Costituzione, denominazione, sede e durata

E’ costituita l’Associazione LETIZIA.
L’Associazione ha sede in Ravenna, in via Argine Dx Canale Molino 9.
La durata dell’associazione è illimitata. Il cambio di indirizzo non comporta modifiche allo Statuto.


Articolo 2

Finalità ed attività dell’Associazione

L’Associazione LETIZIA non ha scopo di lucro. E’ apartitica e per sua natura non ammette ingerenza di partiti politici.
L’Associazione si riconosce nei principi della solidarietà e reciprocità, della libertà e della responsabilità individuale, della diversità e pari dignità di ciascuno e ciascuna. Sostiene le esperienze singole e collettive di bambini e adulti diversamente abili anche a causa di incidenti stradali e delle loro famiglie. Attribuisce molto valore alla cura delle relazioni umane e ai tempi della vita quotidiana.

L’Associazione ha come scopo:

  1. Creare luoghi di aggregazione dove gli adolescenti ed i ragazzi e le ragazze diversamente abili possano stare insieme, costruire nuove relazioni, discutere, sperimentare nuove esperienze;
  2. promuovere laboratori di conoscenza e consapevolezza delle proprie abilità;
  3. promuovere attività di sostegno e auto aiuto con le famiglie di ragazzi/e e adolescenti che vivono la realtà di disabilità e/o disagio
  4. creare modalità di incontro, scambio e confronto sulle problematiche legate alla disabilità e disagio
  5. sostenere le famiglie con figli con disabilità e/o disagio, nelle attività di cura, educazione e gestione degli stessi;
  6. promuovere incontri, dibattiti, riflessioni aperti a tutta la cittadinanza
  7. promuovere la messa in rete delle competenze e professionalità attive sul territorio in questa area di intervento
  8. creare attività e luoghi di formazione dove i ragazzi possano intraprendere percorsi di autonomia finalizzati all’orientamento e alla sperimentazione di nuovi inserimenti lavorativi e professionali. I soci oltre a seguire progetti formativi interni o esterni, partecipano a progetti e all’eventuale programmazione degli stessi in qualità di formatori.
  9. Instaurare rapporti di collaborazione, contatti e convenzioni con lo Stato, con gli Enti Locali e gli altri Enti pubblici così come previsto e regolato dall’art.7 della legge 11/8/1991 n.266 Legge quadro sul volontariato, nonché con Enti similari.

Articolo 3

Patrimonio sociale

Il patrimonio sociale è costituito:

  1. dai contributi dei soci;
  2. dai beni acquistati con questi contributi;
  3. da ogni altro provento.

I soci che per qualsiasi causa cessino di far parte dell’Associazione non possono vantare diritti sul patrimonio sociale.
In caso di scioglimento dell’Associazione il patrimonio residuo e le entrate di cui al successivo art. 4, che risultino non spese, dovranno essere destinate al raggiungimento di finalità identiche o similari a quelle statutarie e perseguite da altre associazioni. I modi e i termini saranno stabiliti dall’assemblea dei soci.


Articolo 4

Le entrate

Le entrate dell’Associazione sono costituite:

  1. Dalle quote sociali annuali;
  2. Dal reddito del patrimonio;
  3. Dai contributi, elargizioni, lasciti, donazioni, da parte di persone fisiche, società ed enti pubblici e privati, finalizzati al perseguimento degli scopi dell’Associazione;
  4. Dagli introiti derivanti dalle attività istituzionali indicate nel precedente articolo 2 ultimo capoverso ( punto 9. ). Tali entrate saranno impiegate per il raggiungimento delle finalità
  5. dell’Associazione, in conformità alle deliberazioni degli organismi sociali.
  6. Dalle entrate derivanti da opere promozionali di sensibilizzazione e da attività didattiche, commerciali, e produttive.

Tali entrate sono impiegate per il raggiungimento delle finalità dell’Associazione in conformità degli organismi sociali.
L’esercizio finanziario coincide con l’anno solare (dal 1 gennaio al 31 dicembre).


Articolo 5

Soci

Possono essere soci di Letizia tutte le donne e gli uomini che si riconoscano nelle finalità dell’associazione di cui al precedente articolo 2 e si impegnino ad accettare lo statuto e si attengano alle delibere che regolamentano la vita sociale.
La qualità di socio dà il diritto a ricevere regolarmente le pubblicazioni dell’associazione, ad essere informata sulle attività, ad usufruire di ogni servizio, nonché ad esercitare tutti i diritti inerenti alla qualifica compreso quello di voto nell’assemblea.
Il socio ha diritto alla copertura assicurativa contro gli infortuni e le malattie e per la responsabilità civile nei confronti dei terzi.
La qualità di socio obbliga a mantenere il segreto relativamente ai fatti di cui viene a conoscenza nell’esercizio delle attività sociali. La rilevazione del segreto costituisce giusta causa per l’esclusione dei soci.

I soci si distinguono in:

  1. Socio fondatore: sono le donne e gli uomini che hanno promosso la costituzione dell’associazione
  2. Socio ordinario: sono le donne e gli uomini che condividono le finalità e le norme statuarie dell’associazione e mettono a disposizione dell’associazione parte del loro tempo libero per svolgere le attività che vengono promosse dall’associazione stessa. La qualità di socio si acquista con l’approvazione all’unanimità dei componenti del Consiglio di Amministrazione.
  3. Socio sostenitore: sono le donne e gli uomini che intendono sostenere l’associazione con contributi o donazioni.

I soci cessano di appartenere all’Associazione:

  1. Per dimissioni quando ne diano comunicazione scritta al Presidente. Le dimissioni avranno decorrenza immediata, salvo il pagamento della quota sociale per l’anno in corso.
  2. Per l’esclusione, nei casi di gravi inadempienze agli obblighi derivati dal presente statuto, di morosità e di incompatibilità con gli scopi perseguiti dall’Associazione.

Salvo le ipotesi di esclusione per giusta causa, sull’esclusione delibera l’Assemblea dei soci con la maggioranza dei 2/3 dei componenti, sentito il socio interessato.
Il socio che, per qualsiasi motivo, cessi di far parte dell’Associazione perde ogni diritto sul patrimonio sociale.


Articolo 6

Organi dell’Associazione

Organi dell’Associazione:

  1. Il Presidente
  2. Il Vice Presidente
  3. L’Assemblea generale dei soci
  4. Il Consiglio di amministrazione
  5. Il/La Segretario
  6. Il collegio di Revisione dei conti

Articolo 7

Il Presidente

IL Presidente è eletto fra i componenti del Consiglio di Amministrazione da parte dell’Assemblea Generale dei soci convocata in apposita adunanza con la maggioranza dei due terzi dei componenti.
Il Presidente dura in carica 4 anni. Ha il potere di firma e la rappresentanza legale dell’Associazione nei confronti di terzi e può stare in giudizio.
Il Presidente convoca e presiede l’Assemblea Generale dei soci ed il Consiglio di Amministrazione, sovrintende alle attività dell’Associazione e alla esecuzione delle delibere degli organi sociali.
In caso di urgenza il Presidente può esercitare i poteri del Consiglio di Amministrazione, riferendone allo stesso tempestivamente ed in ogni caso nella riunione immediatamente successiva. In caso di impedimento del Presidente, l’Assemblea è convocata e presieduta dal Vicepresidente.
Ad ogni altro effetto, il Presidente, in caso di assenza o impedimento, è sostituito dal Vicepresidente solo relativamente all’ordinaria amministrazione.


Articolo 8

L’Assemblea Generale dei soci

L’Assemblea Generale dei Soci è composta dai soci fondatori e ordinari e costituisce l’organo sovrano dell’associazione.
All’assemblea sia ordinaria che straordinaria hanno il diritto/dovere di partecipare tutti/e soci a qualsiasi categoria essi appartengano, in regola con il pagamento della quota sociale.

L’Assemblea ordinaria:

  • approva il bilancio consuntivo
  • elegge i componenti del Consiglio Direttivo e il Collegio dei Revisori dei Conti
  • approva la relazione annuale ed il bilancio
  • delibera su ogni altro oggetto che il presente statuto o la legge riservino alla sua competenza nonché su quelli che il Consiglio direttivo ritenga opportuno sottoporle
  • stabilisce anno per anno la quota associativa
  • approva gli eventuali regolamenti interni su proposta del Consiglio Direttivo

L’assemblea Straordinaria:

  • delibera sulle modifiche dello statuto
  • delibera sullo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio determinandone i modi e i liquidatori

L’Assemblea ordinaria viene convocata dal Presidente almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio consuntivo ed ogni qualvolta lo stesso Presidente, il comitato direttivo o un decimo degli associati ne ravvisino l’opportunità.

Per la regolarità delle adunanze e deliberazioni dell’Assemblea si applicano le seguenti norme:

  1. le adunanze sono valide in prima convocazione quando siano presenti almeno 2/3 dei soci o in seconda convocazione quale che sia il numero dei presenti
  2. le deliberazioni sono prese a maggioranza qualificata ( 2/3 dei componenti l’assemblea generale)

E’ ammesso il voto per delega.
La delega può essere conferita soltanto ad un’altro socio e deve essere conferita in forma scritta.
Ogni socio può essere portatore di una solo delega.
Le deliberazioni dell’assemblea sono valide quando sono approvate dalla maggioranza dei presenti eccezion fatta per le deliberazioni riguardanti le modifiche dell’atto costitutivo e dello statuto, per i quali occorrono la presenza di almeno ¾ degli associati ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti, e per le deliberazioni riguardanti lo scioglimento dell’associazione e la devoluzione del patrimonio per le quali occorre il voto favorevole di almeno ¾ degli associati.


Articolo 9

Il Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è l’organo che definisce le linee e le priorità delle attività di cui all’articolo 2, ed elabora i programmi annuali e pluriennali di ricerca e di lavoro da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale dei Soci.
Si riunisce almeno 2 volte l’anno e delibera a maggioranza assoluta (voto favorevole della metà più uno dei presenti su una delle proposte presentate o su una delle persone da eleggere) dei propri componenti e resta in carica 4 anni.
Esso è composto da 5 soci eletti dell’Assemblea Generale dei soci con le modalità a maggioranza qualificata di cui all’articolo 8.
Il Consiglio di amministrazione può istituire specifiche sezioni di lavoro e di ricerca da affidare alla responsabilità di uno dei suoi componenti o ai soci ordinari. Delibera il regolamento interno alle attività dell’Associazione.
Predispone il bilancio preventivo e il conto consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale.
Stabilisce le quote associative per le differenti categorie di socio. Il Consiglio di Amministrazione è convocato dal Presidente e da almeno 1/3 dei sue componenti quando lo richiedano.


Articolo 10

Il/La Segretario/a

Il/La Segretario/a assicura la redazione dei verbali dell’Assemblea Generale, ne cura la tenuta, riscuote le quote annuali.


Articolo 11

Collegio di Revisione dei Conti

Il Consiglio di Amministrazione nomina i componenti del Collegio di Revisione che possono essere scelti al di fuori dell’Associazione e che provvedono alla supervisione del bilancio consuntivo e preventivo.


Articolo 12

Prestazioni professionali

L’Associazione può, per la realizzazione dei propri obiettivi statutari, e la realizzazione di progetti e iniziative, retribuire con i propri fondi, derivanti da quanto indicato nell’articolo 4, prestazioni professionali di professionisti o persone che abbiano seguito un’apposita formazione all’interno dell’Associazione Letizia, e/o condividano le norme statutarie e i principi e le finalità dell’Associazione.
Il personale per le prestazioni viene proposto dal Presidente dell’Associazione al Consiglio di Amministrazione.
Il Consiglio di Amministrazione può, con il voto della maggioranza approvare o respingere con motivazione scritta indirizzata al Presidente e all’Assemblea dei Soci, la proposta del Presidente.
In caso di approvazione il personale riceve l’incarico del Presidente.


Articolo 13

Qualora ne faccia richiesta 1/3 del Soci o il Consiglio di Amministrazione, si può procedere alla modifica statutaria che dovrà avvenire con voto favorevole di 2/3 degli associati.


Articolo 14

Disposizioni finali

Per tutto quanto non disciplinato dal presente Statuto si rinvia alle norme del codice civile in materia di associazione e alla legge 11 agosto 1991 n. 266- legge quadro sul volontariato.

 

Ravenna, 25 maggio 2005

SEGUICI SU...


PROGETTI DI BUONA PRASSI

SE VUOI IL MIO POSTO PRENDITI LA MIA DISABILITA'
CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE
I racconti del Baule Magico
I RACCONTI DEL BAULE MAGICO
Letizia Onlus premiata al concorso Hera Solidale
Hera Solidale
Letizia Onlus premiata al concorso di Hera Solidale
Per una città cortese: puoi scegliere di lasciare il posto a chi sta aspettando
PARCHEGGI ROSA
Ravenna Balneabile, rendiamo accessibili a tutti le spiagge ravennati
RAVENNA BALNE ABILE
La Macina
La Macina